Pagina principale Sakagura Gekkeikan

Gekkeikan

di il Sake
238 visualizzazioni
gekkeikan

Gekkeikan è una delle più vecchie sakagura ancora in attività, fondata nel 1637 da Jiemon Okura quando ha aperto una cantina di sake a Fushimi (una circoscrizione di Kyoto), dove attualmente si trova ancora la sede centrale. Jiemon ha chiamato la sua fabbrica “Kasagiya”, dal nome della sua città natale.

Fondata all’inizio del periodo Edo

Nel periodo di Edo, Fushimi fiorì come centro di trasporto che collegava Osaka, Kyoto ed Edo (ora Tokyo). Con una popolazione di oltre 30.000 abitanti all’epoca, si credeva che fosse la città più grande dopo Edo, Osaka e Kyoto. Anche la domanda di sake aumentò, e nel 1657 c’erano circa 83 produttori di sake a cui erano state concesse licenze per la produzione.

Tuttavia, Kasagiya era all’epoca solo un piccolo negozio di sake che vendeva localmente a Fushimi. Mentre ora fornisce sake a tutto il paese e a tutto il mondo, la sua crescita fino alla sua scala attuale è stata relativamente recente e per i primi 250 anni della sua storia, Kasagiya ha semplicemente operato come cantina locale di sake a Fushimi.

Tsunekichi Okura, il dinamico, intraprendente 11° direttore generale

tsunekichi okura gekkeikan
Tsunekichi Okura, l’Henry Ford del sake

Le fortune della famiglia Okura furono notevolmente valorizzate grazie all’undicesimo direttore generale, Tsunekichi Okura, durante il periodo Meiji. Tsunekichi aveva solo 13 anni quando rilevò l’azienda di famiglia. La città di Fushimi, che era fiorita come città di commercio fluviale, era nel bel mezzo di una drammatica trasformazione poiché il trasporto fluviale aveva lasciato il posto al trasporto ferroviario, permettendo alle imprese locali di espandersi verso mercati più remoti come Tokyo.

Nel 1909, Tsunekichi aprì il Sake Brewing Research Institute, il primo del suo genere mai istituito da un produttore di sake. Introdusse nuove tecnologie e tecniche per migliorare la qualità, introdusse il sake in bottiglia in un’epoca in cui il sake in barile era ancora lo standard, e fu il primo a sviluppare il sake in bottiglia senza l’uso di conservanti. Inoltre, ha iniziato a utilizzare il marchio “Gekkeikan” e ha assunto designer per creare nuovi logo e motivi, innovando la creazione di prodotti a base di sake e portando l’azienda a diventare una dei principali produttori di sake del Giappone.

Nel maggio 1927, la Gekkeikan diventa una società per azioni. Dopo la Seconda guerra mondiale, il dodicesimo direttore generale, Jiichi Okura, e il tredicesimo, Keiichi Okura, ampliarono notevolmente il mercato in tutto il Giappone, concentrandosi sul mercato domestico e facendosi portatori del motto “La qualità prima di tutto“. Inoltre, hanno lanciato innovazioni per affrontare attivamente lo sviluppo di nuove tecnologie, come la produzione di sake durante tutto l’anno, e hanno sviluppato una vasta gamma di prodotti di alta qualità per adattarsi ai cambiamenti nella cucina e nelle abitudini alimentari e a un mercato del sake sempre più diversificato.

Quando Haruhiko Okura, 14° discendente della famiglia Okura e attuale presidente di Gekkeikan, è stato nominato nel 1997, ha stabilito i principi fondamentali dell’azienda in “Qualità, Creatività, Umanità“. Una dichiarazione chiara che delinea i valori che Gekkeikan ha sempre tacitamente inteso come parte del lavoro per le generazioni successive: qualità soprattutto, innovazione e sfide, nel rispetto dell’umanità.

Ecco anche il motivo della corona d’alloro nel marchio Gekkeikan: simbolo di vittoria e di gloria, con le tradizioni che sono state tramandate a dispetto di ogni difficoltà e attraverso creatività e innovazione costanti.

Sviluppare costantemente la creatività e l’innovazione

sake gekkeikan

Ora, sotto la direzione del 14° direttore Haruhiko Okura, Gekkeikan persegue costantemente soprattutto la qualità, che è la pietra angolare dell’azienda: producono e vendono sake, shochu e liquori, ma anche birra e vino di importazione.

Gekkeikan rimane situata a Fushimi, come ha sempre fatto fin dalla sua fondazione, oltre agli uffici commerciali in 9 città in tutta la nazione.

Con il recente allentamento della normativa sulla produzione di sake, Gekkeikan ha costruito un sistema organizzativo in grado di supportare anche la vendita nella grande distribuzione, e non solo a quella locale. Nel 1989 è stata fondata la Gekkeikan Sake (USA), Inc. per gestire produzione, vendita e importazione di sake e altre bevande alcoliche negli Stati Uniti e nel 2011 Gekkeikan (Shanghai) Trading Co. per quanto riguarda le vendite di sake in Cina. Gekkeikan USA fornisce sake in Nord e Sud America, Europa e Asia, importando anche dal Giappone, con l’obiettivo di creare uno stile di business ancora più globale.

Nel 1982 Gekkeikan ha istituito il Gekkeikan Okura Sake Museum nella nostra città di Fushimi, Kyoto. Il museo conserva gli strumenti e le attrezzature per la produzione del sake e presenta la storia della produzione del sake e in particolar modo della produzione a Fushimi in un modo facilmente comprensibile. Il 12 aprile 2018 il museo ha visto l’ingresso del tremilionesimo visitatore dal giorno della sua apertura, avvenuta al pubblico nel 1987.

Sito web: http://www.gekkeikan.co.jp/english/

Principali sake Gekkeikan

gekkeikan horin junmai daiginjo

Horin junmai daiginjo

Prodotto con riso yamada nishiki e gohyakumangoku, raffinati al 50%, ha vinto nel corso degli anni svariati riconoscimenti come il “Grand Gold Medal” del Monde Selection per 5 anni consecutivi.

  • Tipologia: Junmai Daiginjo
  • Grado alcolico: 16,6% (720ml) 15,5% (300ml)
  • Seimai buai: 50%
  • SMV: +2
gekkeikan nouvelle tokubetsu honjozo

Nouvelle tokubetsu honjozo

Sintesi perfetta tra gli aromi dei ginjo e l’umami degli honjozo, anch’esso vincitore di riconoscimenti internazionali anche per quanto riguarda la bottiglia stessa, al cui interno è “inciso” il marchio Gekkeikan.

  • Tipologia: Tokubetsu honjozo
  • Grado alcolico: 15,5%
  • Seimai buai: 60%
  • SMV: +4
gekkeikan tokusen honjozo

Tokusen honjozo

Uno dei sake più diffusi al mondo, altro vincitore di premi e riconoscimenti internazionali, un ottimo sake da tavola, partner perfetto per molte tipologie di piatti sia in accompagnamento che come ingrediente. Estremamente versatile, da assaporare sia caldo che freddo.

  • Tipologia: Honjozo
  • Grado alcolico: 16-17%
  • Seimai buai: N/D
  • SMV: +2

potrebbero interessarti